.
Annunci online

sdchieti
sito del movimento Sinistra Democratica per la provincia di Chieti
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte




S.D. sul territorio - clicca
per conoscere tutti i riferimenti

     




      
www.flickr.com
Questo è un badge Flickr che mostra le foto pubbliche di sdchieti. Crea il tuo badge qui.

---

Creative Commons License
 Questo/a opera è pubblicata
sotto una Licenza Creative Commons.

ADERISCI AL MOVIMENTO
Sono disponibili i tagliandi per l'iscrizione a Sinistra Democratica.
Per maggiori informazioni scrivi e richiedi l'adesione
o segnala altri nominativi.
sinistrademocraticachieti@gmail.com
sdchieti@gmail.com GRAZIE per la collaborazione



Questo sito non è una testata giornalistica ma un portale di servizio aggiornato senza alcuna periodicità ovvero secondo la disponibilità dei materiali da inserire. Pertanto questo sito non essendo un prodotto editoriale non è sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 07.03.2001

Informatici, legali ed economisti a lavoro per la SD e la Pubblica Amministrazione
30 agosto 2007

(da www.ilcapoluogo.it)

L'Aquila, 29 ago.- Il dibattito sulla "nuova questione morale" che da tempo si è aperto in Italia non può tralasciare le innovazioni introdotte dal Sistema pubblico di connettività e cooperazione ed il Codice dell'Amministrazione digitale.

 Tale codice, giàin vigore, pone l'attenzione ai siti Internet delle Pubbliche Amministrazioni. E' quanto scrive il coordinatore della Sinistra democratica, Fabrizio Giustizieri. Affermare questo e metterlo a sistema con il comma introdotto dai Senatori Salvi e Villone (S.D.)nella manovra 2007 con il quale viene prevista la pubblicazione sui siti web delle Pubbliche Amministrazioni dei nominativi, con rispettivi compensi, della pletora (in Italia sono 261 mila circa), spesso inutile, di consulenti esterni di cui le stesse si dotano, è motivo di grande interesse ed attenzione da parte della Sinistra Democratica.

Il comma, di cui sopra, prevede che qualora una P.A. decida di utilizzare consulenti esterni alle proprie strutture, la stessa debba provvedere a pubblicarne il nominativo ed il compenso sul proprio sito Web, pena l'obbligo, qualora ciò non fosse fatto, a chi ordina ed a chi beneficia del pagamento della restituzione del denaro elargito.

Questa disposizione certamente non risolve tutto ciò che devia da un'onesta e morigerata amministrazione della cosa pubblica ma in un qualche modo prova a limitarne le deformazioni, grazie speriamo anche ad una massima attenzione dei cittadini e dei media , strumenti fondamentali di ogni democrazia moderna.

 

Malauguratamente da una prima e superficiale ricognizione ci siamo resi conto che ancora troppo c'è da fare: molti Enti ad oggi non praticano la rete come servizio ai cittadini, i siti delle P.A. spesse volte non vengono aggiornati con solerzia e quasi tutti, ad eccezione di qualche lodevole eccezione, non hanno messo in essere la direttiva Nicolais che riguardava le "misure di trasparenza e legalità in materia di conferimento degli incarichi dirigenziali, di amministrazione e consulenza e in generale di gestione".

 Sinistra Democratica, nella campagna che intende portare avanti sulla Nuova Questione Morale, sta costituendo un gruppo di lavoro, composto da giovani avvocati, informatici , economisti e persone attente ai temi della trasparenza, dell'efficacia e dell'efficienza amministrativa, al fine di monitorare tutte le Pubbliche Amministrazioni della Provincia di L'Aquila per vedere qual è lo stato dell'arte in merito alla Direttiva 1/2007 del Ministro per le Riforme e le Innovazioni (direttiva Nicolais appunto), onde rendere un servizio di chiarezza nei confronti dei cittadini e di stimolo alla Politica locale affinché non solo si adegui ad una giusta norma ma ne faccia vivere lo spirito di controllo della spesa pubblica in ogni azione che andrà ad intraprendere.

Solo grazie ad un'azione di pulizia e trasparenza nell'amministrare si potrà elevare il senso di fiducia, oggi ancora basso, nei confronti delle valutazioni della Politica, creando, si auspica, un comune senso di condivisione collettiva delle scelte e provando a riavvicinare i due grandi temi del dibattito attuale , che qualcuno ha provato anche di recente a contrapporre, quali quello della Rappresentanza e quello della Decisione.




permalink | inviato da sdchieti il 30/8/2007 alle 1:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Liberiamo Wi-Max: aiutaci a raccogliere le firme
2 luglio 2007
La tecnologia WIMAX che potrebbe finalmente permettere a milioni di utenti non raggiunti da Larga Banda internet, di raggiungere la rete e una informazione libera e corretta è oggetto di proposte di legge e di leggi che ne limitano molto il potenziale, di fatto regalandola ai soliti noti gestori che ci affamano con le loro tariffe ADSL assolutamente fuori mercato (ovvero le più care di europa).
Mentre in altri paesi si sperimenta una vera liberalizzazione del WIMAX in Italia assistiamo al solito scempio delle concessioni.
Firmate la petizione e rimanete informati su questo tema, leggete, firmate e diffondete il verbo riguardo la petizione per liberare il Wi-Max in Italia
http://www.petitiononline.com/wmaxfree/petition.html
Grazie per la tua firma!
wm S.R.
sfoglia
luglio